AMZ Blog

<>La migliore fonte di informazioni su come massimizzare la tua presenza su Amazon e oltre

Messico: nuove considerazioni sull'imposta sul reddito per i venditori Amazon nel 2020

Le politiche di riscossione delle imposte sul reddito in Messico sono state recentemente modificate a causa della nuova riforma fiscale. Questa legislazione, entrata in vigore all'inizio di giugno, prevede che Amazon lo farà calcolare e trattenere l'imposta sul reddito sulle vendite totali mensili dei suoi venditori.

Se siete interessati a vendendo su Amazon Mexico, vorresti essere informato su:

  • I venditori di nuove tasse devono pagare
  • Ulteriori regolamenti sui prodotti
  • Tariffe e aliquote del dazio
  • Dazi di destinazione
  • Le commissioni di sdoganamento che i venditori devono saldare prima che i centri logistici Amazon in Messico possano ricevere prodotti.

Requisiti di imposta sul reddito di Amazon Mexico

La nuova legislazione impone ad Amazon di addebitare l'IVA (imposta sul valore aggiunto) su tutti i servizi digitali che fornisce ai venditori. Successivamente, il mercato dovrà anche inviare tutte le tasse riscosse all'autorità fiscale messicana.


Registrazione dell'importatore

I residenti in Messico possono fungere da importatore di record (IOR) per le loro spedizioni in entrata verso il Messico. Per fare ciò, devono avere un codice fiscale, noto come Registro Federal de Contribuyentes o “RFC" in Messico. Devono inoltre registrarsi in modo da poter essere riconosciuti come importatori. Quindi, devono chiedere di essere elencati nel registro degli importatori (Padrón de Importadores). Questo dipartimento è sotto il Segretariato delle finanze e del credito pubblico (Hacienda).

Si noti che le importazioni potrebbero richiedere registrazioni aggiuntive per determinati prodotti importati. I venditori devono consultare un broker doganale e / o un consulente legale in Messico. Questo li aiuterà a risolvere i regolamenti. In questo modo possono applicare le soluzioni giuste per le loro attività. I venditori devono essere sicuri che tutti i loro documenti siano in ordine.


3 aspetti chiave da tenere a mente

I non residenti hanno tre opzioni di base se vogliono importare merci in Messico. Ogni opzione ha alcune considerazioni allegate. Quindi, i venditori che vivono fuori dal Messico dovrebbero consultare un professionista per un consiglio prima di sceglierne uno.

#1

I venditori devono identificare il cliente finale come IOR.


#2

Possono utilizzare un servizio di terze parti autorizzato. Questo servizio verrà importato in Messico per loro conto.


#3

Sono autorizzati a incorporare e registrare un'entità commerciale messicana locale e quindi fungere da importatore.

Se lo fanno, dovranno quindi riferire alle autorità fiscali messicane prima di operare. Lo IOR in uno di questi casi deve avere un RFC.


Tieni presente che Amazon non fungerà da IOR per nessuna spedizione. Non importa se è adempiuto al commerciante o tramite Adempimento da Amazon (FBA). I venditori potrebbero perdere i loro privilegi di vendita se elencano Amazon come IOR.

Possono anche essere banditi da Amazon se lasciano queste informazioni su spedizioni FBA in entrata in Messico.

Inoltre, Amazon potrebbe rispedire le spedizioni con informazioni IOR errate. I venditori dovrebbero sapere che dovranno pagare per la spedizione di ritorno su queste spedizioni.


Commissioni calcolate da Amazon

I venditori che non si registrano presso l'Amministrazione fiscale messicana pagheranno un'imposta sul reddito del 20% sulle loro vendite mensili totali. Lo stesso vale per i venditori che non hanno numeri RFC validi. Amazon calcola questo importo e lo elimina dalle vendite mensili dei venditori sul mercato. Amazon quindi e rimette la raccolta all'autorità fiscale messicana.

I singoli venditori registrati sono noti come persona fisica in Messico. Questi venditori possono ottenere un ID RFC valido e registrarlo sui loro account venditore Amazon. Se lo fanno, possono aspettarsi di pagare tra lo 0.4% e il 5.4% di imposta sul reddito. Questo tasso variabile dipende dalle vendite lorde mensili di ciascun venditore. Amazon calcola l'importo e quindi lo deduce dalle vendite mensili di ciascun venditore e rimette all'autorità fiscale messicana.

Le entità commerciali registrate sono conosciute come persone morali in Messico. I venditori con ID RFC validi registrati sui loro account venditore Amazon non pagheranno alcuna imposta sul reddito tramite Amazon.

I venditori con ID RFC devono inserire immediatamente le informazioni di registrazione su Amazon. In questo modo possono evitare di essere accusati.

I venditori possono farlo tramite il Pagina di registrazione ID RFC o tramite Seller Central.

L'area ID RFC si trova nella sezione Informazioni fiscali della pagina Informazioni account nelle Impostazioni centrali del venditore.


IVA sui servizi digitali

Il governo messicano ha approvato una legislazione aggiuntiva per i servizi digitali. Questo si riferisce ai servizi venduti ai venditori con sede in Messico.

Tutte le società che non si registrano in Messico dovranno presto addebitare e riscuotere l'IVA su questi servizi come parte dei requisiti.

La definizione di servizi digitali ai sensi di questa legislazione include i servizi di mercato che Amazon fornisce ai venditori. Come sopra, i venditori con ID RFC validi devono inserirli in Amazon. Questo è così che non dovranno pagare questa tassa.


Altri requisiti fiscali e di imposta

I venditori che importano merci in Messico devono contrassegnarli con un particolare numero di classificazione tariffaria messicana a 8 cifre. Questo numero indica alla dogana qual è l'aliquota del dazio corretta per la merce. Stabilisce inoltre quali barriere non tariffarie si applicano.

I venditori devono consultare un broker doganale autorizzato, un corriere o un consulente legale. Devono assicurarsi che rispettino correttamente questo requisito.

Le autorità doganali in Messico riscuoteranno l'IVA (denominata IVA) su determinate merci all'entrata in Messico.

Una tassa speciale denominata IEPS (Impuesto Especial sobre Producción y Servicios) si applica anche ad alcune importazioni come le bevande alcoliche.

L'IEPS può variare dal 25% al ​​160% del valore della merce.


Tassa di elaborazione doganale - “DTA (Derecho de Trámite Aduanero) "

Gli importatori devono compilare a forma chiamata "frontoni" con dettagli delle loro spedizioni. Quindi possono inviare le importazioni a Dogana. Oneri doganali messicani a tassa di preselezione (prevalidación) per convalidare queste informazioni. A volte lo fanno attraverso aziende private.

I venditori devono aggiungere tutte le tasse e le imposte al prezzo indicato nella pagina di pagamento del cliente. Non possono addebitare ai clienti dazi o tasse aggiuntivi al momento della consegna dell'ordine o allo sdoganamento.


Considerazioni finali

La nuova legislazione sulla riforma fiscale in Messico modifica le politiche di riscossione delle imposte sul reddito in Amazon Mexico. I venditori devono registrarsi in Messico o pagare l'imposta sul reddito e riscuotere l'IVA dai propri clienti. Amazon si occupa di calcolare questa imposta sul reddito e di inviarla alle autorità messicane. I venditori sono responsabili del calcolo e dell'aggiunta dell'IVA richiesta al prezzo di ciascun prodotto che vendono ai residenti messicani.

Julia ValdezMessico: nuove considerazioni sull'imposta sul reddito per i venditori Amazon nel 2020
Condividi questo post

Le tue vendite Amazon sono in ritardo?

Tutto quello che devi fare è mettere un link a un prodotto o una vetrina sotto e uno dei nostri esperti inizierà immediatamente l'analisi e costruirà un gameplan per ottenere prestazioni di vendita a livelli esponenzialmente maggiori.