Ricevi gli ultimi contenuti Amazon ogni settimana

I venditori di e-commerce spesso vedono il reverse sourcing come un enigma avvolto nel mistero. Tuttavia, prendersi il tempo per apprendere questa tecnica è un’impresa meritevole, soprattutto per coloro che hanno difficoltà a trovare i prodotti giusti da offrire al proprio mercato di riferimento.

Immagina una caccia al tesoro, in cui invece di iniziare con una mappa, inizi con il tesoro stesso e procedi a ritroso fino alla sua fonte. Ecco in cosa consiste il reverse sourcing.

Questo articolo analizza gli strati del metodo di approvvigionamento del prodotto, rivelando come non si tratti solo di una strategia ma di una forma d'arte. Una volta padroneggiato, può portare a una serie di nuove opportunità di prodotto per i venditori esperti.

 

Che cos'è il sourcing inverso?

 

Approvvigionamento inverso è un approccio strategico che ribalta i metodi di approvvigionamento tradizionali. Invece di iniziare con un'idea di prodotto o di un fornitore e poi trovare un mercato per questo, lo farai inizia con il prodotto finale e procedi all'indietro identificare e procurarsi il prodotto dal suo fornitore originale.

Il processo prevede l’identificazione di prodotti che non solo sono popolari ma offrono anche un buon margine se acquistati direttamente da produttori o grossisti. 

Approvvigionamento all'ingrosso inverso richiede un occhio attento alle tendenze del mercato, una comprensione del comportamento dei consumatori e la capacità di destreggiarsi nel complesso panorama dei fornitori all'ingrosso.

Sourcing fai da te e sourcing inverso (Fonte - Epic Sourcing)
Sourcing fai-da-te vs. Sourcing inverso (Fonte – Epic Sourcing)

Come illustrato da Epic Sourcing, reverse sourcing semplifica la connessione tra un prodotto di qualità da un fornitore affidabile direttamente a un'azienda. Si tratta di un'opposizione unica all'approvvigionamento fai-da-te, che può richiedere a un'azienda di girare in tondo cercando di trovare il fornitore giusto.

 

Vantaggi del reverse sourcing

 

Se eseguito abilmente, approvvigionamento inverso offre una serie di vantaggi che possono aumentare significativamente il successo di un venditore. Ecco alcuni dei principali vantaggi:

 

Rischio ridotto e maggiore fiducia nella selezione del prodotto 

 

I metodi di approvvigionamento tradizionali spesso comportano un certo grado di congetture e speculazioni. Al contrario, il reverse sourcing si basa su dati concreti su ciò che sta già funzionando bene sul mercato. 

Questo approccio riduce al minimo il rischio di investire in prodotti che potrebbero non vendere, dando ai venditori un maggiore livello di fiducia nelle loro scelte.

 

Efficienza nella ricerca di prodotti redditizi

 

Il tempo è un bene prezioso nel frenetico mondo dell’eCommerce. Il reverse sourcing semplifica il processo di scoperta del prodotto. Concentrandosi su articoli già di successo, i venditori possono aggirare la fase lunga e spesso incerta della sperimentazione del prodotto.

 

Accesso alla domanda consolidata

 

Il reverse sourcing elude le previsioni della domanda dei clienti puntando su prodotti con una comprovata esperienza di vendita piattaforme come Amazon. Ciò garantisce che i venditori attingano all’interesse esistente dei clienti anziché provare a crearlo da zero.

 

Opportunità di crescita e diversificazione del marchio 

 

Scoprendo una varietà di prodotti già di successo, i venditori possono diversificare le loro offerte in modo più strategico. Ciò aiuta non solo a espandere l’attività, ma anche a costruire un marchio più resiliente in grado di resistere alle fluttuazioni del mercato.

 

Reverse Sourcing su Amazon

 

Inutile dire che è particolarmente potente da usare approvvigionamento inverso su Amazon. Analizzando ciò che sta già vendendo bene, un venditore può individuare i prodotti che si sono rivelati redditizi.

Questo metodo è in netto contrasto con l’approccio tradizionale, in cui i venditori potrebbero procurarsi prodotti sulla base di speculazioni o tendenze senza prove concrete del loro successo sul mercato.

Ecco una guida passo passo per gestire in modo efficace il reverse sourcing:

 

Ricerche di mercato e identificazione dei prodotti

 

Inizia tuffandoti nel mercato di Amazon per individuarlo Tendenze Amazon ed identificare i prodotti più venduti. Ad esempio, Statista Consumer Market Outlook rivela che le vendite online di elettronica di consumo e abbigliamento continuano a registrare una rapida crescita della loro percentuale rispetto alle vendite totali. 

Prodotti che crescono più velocemente nelle vendite online (Fonte - Statista)
Prodotti che crescono più velocemente nelle vendite online (Fonte – Statista)

Puoi iniziare con queste categorie e concentrarti su prodotti con una domanda elevata ma una concorrenza relativamente bassa. Puoi anche cercare articoli con uno storico delle vendite coerente e recensioni positive.

 

Utilizzo degli ASIN per informazioni più approfondite

 

Se sei un venditore che vuole sapere come trovare distributori per Amazon, non guardare oltre l'unicità dei prodotti ASIN. Puoi utilizzare gli ASIN per raccogliere informazioni dettagliate per scoprire approfondimenti sul volume delle vendite dei prodotti, sulla cronologia dei prezzi e sull'analisi della concorrenza. 

 

Identificazione e contatto del fornitore

 

Una volta identificati i potenziali prodotti, il passo successivo è quello di scoprire chi fornisce questi articoli. Approvvigionamento di prodotti per l'e-commerce può comportare un po' di lavoro investigativo, utilizzando i dettagli del prodotto e le informazioni sul produttore disponibili su Amazon.

 

Termini e prezzi di negoziazione

 

Rivolgiti direttamente a questi fornitori o produttori. Stabilire un buon rapporto con i fornitori è fondamentale nel reverse sourcing di Amazon. Discuti i prezzi, le quantità minime dell'ordine e i termini di spedizione.

Negoziare condizioni favorevoli per entrambe le parti. Ricorda, l'obiettivo è procurarsi prodotti a un costo che consenta un sano margine di profitto quando venduti su Amazon.

 

Controllo di qualità e conformità

 

Se vuoi imparare come padroneggiare l'approvvigionamento all'ingrosso per Amazon FBA, controllo qualità è una parte che non dovresti mai dare per scontata. 

La scarsa qualità del prodotto è il motivo 46% degli acquirenti online ha restituito ordini in passato. È uno dei motivi principali per cui si restituiscono gli acquisti, accanto agli errori di imballaggio da parte dei venditori o dei rivenditori fornitori di servizi di adempimento e prodotti danneggiati.

Motivi per restituire gli acquisti online (fonte: Insider Intelligence)
Motivi per restituire gli acquisti online (fonte – Insider Intelligence) 

Prima di concludere qualsiasi accordo, assicurati che i prodotti soddisfino gli standard di qualità e i requisiti di conformità di Amazon. Ordina prima i campioni per valutare la qualità ed evitare resi futuri o problemi di insoddisfazione del cliente.

 

Monitoraggio e adattamento

 

Monitora continuamente i tuoi prodotti prestazioni, feedback dei clienti e tendenze del mercato. Per prendere decisioni informate sull'inventario, sfrutta dati quali:

  • Velocità di vendita
  • Tassi di rotazione delle scorte
  • Modelli di domanda dei clienti.

 

Preparati ad adattare la tua strategia, sia che si tratti di modificare le offerte di prodotti o di adeguare i prezzi.

 

Sfide e soluzioni nel reverse sourcing

 

Il reverse sourcing può comportare una serie unica di sfide. Fortunatamente, le soluzioni strategiche possono aiutare a superare questi ostacoli.

 

Saturazione del mercato

 

I prodotti inizialmente redditizi possono attrarre rapidamente numerosi venditori. Ciò può portare a mercato saturo, che spesso si traduce in una riduzione dei margini e in un aumento della concorrenza. 

Poiché sempre più venditori affollano questi prodotti popolari, diventa anche difficile mantenere un volume di vendite elevato, con un impatto negativo sulla redditività complessiva.

Soluzione: monitorare le tendenze del mercato e diversificare l'offerta di prodotti per evitare una forte concorrenza. Puoi anche approfittarne Gli strumenti di analisi di Amazon così come applicazioni di terze parti per accedere ai dati in tempo reale e identificare tempestivamente i punti di saturazione.

 

Strategia di prezzo

 

Quando i prodotti vengono scelti in base al loro successo esistente, spesso c'è una forte concorrenza che porta a... pressione per fissare prezzi più bassi. Inoltre, costi quali approvvigionamento, spedizione ed eventuali spese impreviste possono variare, incidendo sui margini di profitto.

Soluzione: comprendere la fascia di prezzo all'interno della categoria di prodotto per determinare i limiti superiore e inferiore di ciò che i clienti sono disposti a pagare. Uno studio citato da Marketing Charts afferma che gli acquirenti statunitensi sono disposti a farlo paga di più per articoli provenienti da aziende fidate.

Perché gli acquirenti acquistano articoli a prezzi più alti online (fonte: grafici di marketing)
Perché gli acquirenti acquistano articoli a prezzi più alti online (fonte: grafici di marketing)

Puoi anche implementare strategie di prezzo dinamiche che consentano flessibilità in risposta ai cambiamenti del mercato, alle azioni della concorrenza e alle fluttuazioni della domanda.

 

Adattarsi alle tendenze dei consumatori

 

Con un’evoluzione del mercato così rapida, le tendenze dei consumatori possono farlo cambiare rapidamente a causa di fattori come cambiamenti stagionali, tecnologie emergenti e l’evoluzione delle esigenze dei consumatori. 

I prodotti che sono popolari oggi possono rapidamente diventare obsoleti o meno desiderabili, portando a surplus di inventario, e vendite ridotte.

Soluzione: Sfrutta strumenti di analisi dei dati come Programma Amazon Insights per tracciare e analizzare il comportamento dei consumatori, tra cui: 

  • Modelli di acquisto
  • Cerca le tendenze
  • Recensioni di prodotti
  • Opinioni dei clienti 

 

Inoltre, anche i social media, i forum e le sezioni di domande e risposte possono aiutarti a interagire e imparare dal tuo pubblico target. Questo input diretto può essere una miniera d’oro per comprendere le esigenze e le preferenze dei consumatori. 

 

Il basso

 

Comprendendo e implementando il reverse sourcing, i venditori possono farlo scoprire prodotti redditizi, ridurre i rischie adattarsi al panorama in continua evoluzione dell’e-commerce

È un viaggio di scoperta, in cui il tesoro non sono solo i prodotti che trovi, ma le intuizioni e le competenze che acquisisci lungo il percorso e il modo in cui puoi sfruttare il suo potere per migliorare il tuo gioco di vendita.

 

Autore

Carla Bauto DeñaCarla Bauto Deña è un giornalista e scrittore di contenuti che produce storie per i media tradizionali e digitali. Crede nel potenziamento delle piccole imprese con l'aiuto di soluzioni innovative, come l'e-commerce, il marketing digitale e l'analisi dei dati.

Condividi il post: